erafirenze 2022
erafirenze 2022
65_via Roma, 34- Il Gioco Interrotto
Loading
/

Ascolta il podcast

Tiziana Giuliani ci parla della della sua opera teatrale “Via Roma, 34. Il gioco interrotto. Storia di una famiglia: I Modigliani 1943-1944”.  Il progetto nasce nel 2018 con la posa delle pietre d’inciampo in memoria di Giacomo Modigliani e Paolo Stenfeld e il desiderio di creare un evento culturale che sia anche un percorso di impegno civile della comunità.  Il testo racconta dunque non solo la storia di una famiglia, ma anche quella della comunità ai tempi della guerra.  L’opera che ha vinto premio Giacomo Matteotti nel 2020,  è arricchita da due saggi introduttivi molto utili a comprendere il contesto in cui la storia si svolge: il primo sulle “politiche e pratiche antiebraiche nella Firenze” occupata di Marta Baiardi, Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’Età Contemporanea, e il secondo sui sui giornali di classe del comune di San Casciano di Sara Gremoli, Associazione Sgabuzzini Storici.

Ospite della puntata

Tiziana Giuliani

Drammaturga, attrice, regista si è formata e continua a collaborare con Arca Azzurra Teatro di Ugo Chiti e altri maestri e registi toscani. Ha studiato lettere e filosofia a Firenze e discipline cinematografiche a Parigi. Attualmente affianca l’insegnamento alla pratica scenica e collabora con il Teatro Comunale Niccolini di San Casciano Val di Pesa.

Per un racconto teatrale su “Via Roma 34. Il gioco interrotto. Storia di una famiglia: i Modigliani 1943-1944”, un racconto teatrale in musica ha vinto il Premio nazionale Giacomo Matteotti 2020, dedicato all’impegno civile. Più recentemente ha vinto il Premio Artigogolo (nella sezione drammaturghi in azione) per un monologo sulla Strage dei Gerogofili a Firenze, Sventrati. Vivere-sopra.